Decreto Rilancio: il bonus vacanze a chi spetta e come funziona 150 150 Graziella Pascotto

Decreto Rilancio: il bonus vacanze a chi spetta e come funziona

Il Decreto rilancio, prevede il c.d. bonus vacanze: si tratta di un credito (Tax credit vacanze) in favore dei nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 €, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, agriturismo e bed & breakfast.

Il credito è utilizzabile dal 1.7 al 31.12.2020 da un solo componente per nucleo familiare, ed è attribuito nella misura massima di 500 € per i nuclei familiari più numerosi. Scende a 300 € per nuclei familiari composti da due persone e a 150 € per i single.

Per poter usufruire del credito, le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione e per servizi resi da una singola impresa turistico ricettiva, o agriturismo o b&b;
il corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale, nel quale è indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;
non ci deve essere intermediazione di piattaforme o portali diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Il credito è fruibile nella misura dell’80% sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20% in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi
Lo sconto viene poi rimborsato alla struttura ricettiva che ha fornito i servizi, sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, con la possibilità di successive cessioni a terzi, anche diversi dai propri fornitori di beni e servizi, nonché ad istituti di credito o intermediari finanziari.

https://www.studiocataldi.it/articoli/38511-bonus-vacanze-come-funziona.asp

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.